Nel continente nero…

Fa pensare la provocazione natalizia dell’Arcivescovo di Agrigento Francesco Montenegro, con il suo presepe senza Re Magi.

Realizzazione che, col senno di poi, divenne quasi premonizione dei recenti episodi di Rosarno ma che in realtà, nasceva come segnale forte di richiamo cristiano alla tolleranza quale valore necessario di convivenza religiosa ed aggiungerei, invito al reale progresso civile e sociale di una società contemporanea che in maniera contraddittoria ama definirsi pacifica.

Tale visione contrasta con la sempre maggiore avversità della nostra “italietta” nei riguardi degli extracomunitari, a tal proposito, sostegno politico affatto indifferente viene data dall’influenza Leghista che sembra aver persuaso il Popolo delle Libertà.

Lo stessa “Carta del Valori” della coalizione di maggioranza, indottrina i propri discepoli a mantenere le distanze dal “diverso”, invocando il valore della sicurezza della propria identità nei confronti dell’immigrazione attraverso il rafforzamento delle tradizioni e delle proprie libertà.

Ma credo che non si possa tacere nemmeno sul grande risalto dato dai media italiani più importanti nei confronti dei reati di extracomunitari rispetto a quelli commessi dai nostri connazionali.

La necessità di regole è importante, è vero ma il mondo è uno e lo abitiamo tutti con la medesima dignità mentre i paesi e le popolazioni dell’Africa hanno già subito abbastanza colonizzazioni e sfruttamenti in nome e per conto di quel progresso occidentale che ha ricambiato mantenendo il continente nero in miseria ed arretratezza.

A che è valsa l’elezione del primo presidente statunitense afroamericano? E poi la Chiesa, che tanto si ribella per mantenere i simboli della cristianità nelle scuole, a parte pochi e isolati episodi come quello dell’Arcivescovo agrigentino, perchè non si espone in maniera chiara, decisa e seria sugli argomenti che riguardano l’integrazione e la tolleranza? Dopotutto sono valori evangelici importanti ed utili alla convivenza civile più di qualsiasi crocifisso.

fonti: agrigento.blogsicilia.it ilpopolodellaliberta.it ;

Vorresti inserire un commento?

Registrati per un account gratuito oppure entra (se sei già utente).





Mandaci un Trackback a questo URL se vuoi:
http://www.italianbloggers.it/13051/nel-continente-nero/trackback/