La parola “kobido” significa “antica via della bellezza, ed è un metodo di concentrazione nata in Giappone che aveva lo scopo di favorire la concentrazione dei samurai prima del combattimento.

In seguito il kobido divenne il trattamento favorito dalle imperatrici e trattandosi di un massaggio al viso e collo, rendeva la pelle straordinariamente bella e liscia.

In effetti si tratta di un vero e proprio lifting naturale attraverso il quale vengono effettuati dei movimenti delicati ma molto efficaci con i quali si raggiungono le fasce muscolari profonde del viso, del collo e del décolleté, eliminando le contratture e distendendo i lineamenti. Insomma, una sorta di lifting istantaneo!

Una seduta di kobido dura circa un’ora ed è composta da tre fasi:

  1. massaggio
  2. digitopressione
  3. drenaggio

Le dita scorrono sulla pelle grazie ad una crema idratante che facilita il massaggio e penetra attraverso frizioni, percussioni, sfioramenti. L’operatore effettua gesti differenti con le due mani, rendendo così la stimolazione ancora più efficace.

 

Vantaggi: stimolazione della circolazione sanguigna e della produzione di collagene ed elastina. La pelle del collo e del viso viene liberata dalle tensioni e dai gonfiori, il colorito diventa più roseo e si prova una sensazione di grande relax e benessere che coinvolge tutto il corpo.

 

L’ideale è integrare questa tecnica con esercizi specifici, per esempio quello dello yoga facciale. Facendo lavorare consapevolmente i muscoli, si impara a distenderli e si evitano contratture che portano alla formazione delle rughe.